Il cronometrista

Il cronometrista è una figura importantissima nella gran parte delle discipline sportive. Senza un accurato servizio di cronometraggio non si potrebbe parlare di record e si ridurrebbe tutto a determinare primo, secondo e terzo. Pensiamo ad una gara di Formula 1 o di Moto GP: la griglia di partenza dipende dai tempi fatti registrare in qualifica. Niente tempi, niente pole position. Addirittura alcune discipline non esisterebbero se non vi fosse il cronometraggio; pensiamo allo sci con i vari slalom giganti, speciali, discese libere: vince chi completa il percorso nel minor tempo. Niente tempo, niente gara e niente spettacolo.

Molti sono abituati a pensare che cronometrare voglia dire stare a bordo pista tenendo in mano un cronometro. Fino a qualche anno fa era così ma oggi le nuove tecnologie la fanno da padrone: cronometri elettronici, photo finish, fotocellule, maxischermi, computer, stampanti, internet, sistemi wi-fi, transponder e molto altro. Strumentazioni che raggiungono livelli di precisione di un decimillesimo di secondo (0,0001 secondi)! Oggi il cronometrista non si limita a registrare il tempo ma produce anche classifiche, diffonde i risultati al pubblico e ai media, gestisce sistemi complessi.

Come nella vita di tutti i giorni anche nel campo del cronometraggio le tecnologie si sono evolute molto velocemente e continuano ancora oggi a migliorarsi. Diventare cronometrista significa lanciarsi in un’avventura entusiasmante, ricca di sfide interessanti e molto grafiticante che ci porta al centro di oltre 30 discipline sportive tra cui: nuoto, atletica leggera , rally, motociclismo, ciclismo, pattinaggio, kart, enduro, ippica, canoa, sci, pugilato, ecc.

Il corso